Contenuto Principale
Ricerca / Colonna destra

Iscriviti alla Nostra Newsletter

Nome:
Email:
Ripeti: battipagliaonline

Al Caffè 21 marzo protagonista il pop-elettronico concettuale di Vittorio Rosa alias “Il Ristretto”

Questa settimana per i Giovedì Live del Caffè 21 Marzo, il 16 giugno (start ore 21,30) protagonista il pop-elettronico concettuale di Vittorio Rosa alias “Il Ristretto”. Un flusso di parole e suoni che si innestano su una sintesi filosofico-sociale e artistica definita dall’autore nella sua ‘teoria del restringimento’. Ipnotico e avvolgente come la spirale cosmica, scenografia roteante onnipresente nei suoi live, il Ristretto offre una performance di forte impatto scenico con l’obiettivo di fornire al pubblico strumenti alternativi per la preservazione dell’Io dall’inquinamento mediatico-commerciale. Il cantante lucano presenterà in anteprima al Caffè 21 Marzo il suo nuovo singolo “Non resisto più”, preludio dell’album “Io al posto che tu”, che uscirà nei prossimi mesi.

 

Stilisticamente eclettico, nella sua musica convivono generi musicali diversi, dal pop allo stile posse, dall’etnico all’elettronico. Considerato icona vivente del pop d’avanguardia ha all’attivo centinaia di spettacoli tenuti in ogni angolo d’Italia. Il progetto, nato nel 2004, si propone di fare divulgazione, comicità ma anche inchiesta attraverso la musica, tutto concentrato in uno spettacolo, tutto, appunto, ristretto in uno show.

 

E’ uscito da qualche giorno, disponibile in tutti i maggiori store musicali digitali, il nuovo singolo de “Il Ristretto”, con annesso videoclip, dal titolo “Non resisto più”. Il brano, che anticipa l'album di inediti “Io al posto che tu” di prossima uscita: “E’ una dura presa di posizione nei confronti dello svilimento dell'uomo, ormai completamente assoggettato al lavoro e incapace di vivere la propria esistenza ma anche un'esortazione a fare qualcosa per cambiare -spiega l’autore-. Ho cercato di rappresentare quello che per me è il grido di dolore dell'uomo moderno che non ha più tempo per coltivare la sua parte spirituale ma anche un manifesto contro il precariato. Con il mio progetto musicale cerco di dar voce e soprattutto di parlare a quella granitica e inossidabile essenza che ogni uomo ha in sé”.

 

Nel suo nuovo lavoro discografico, che esce dopo un lungo periodo di stop, predominante è l’elemento testuale dalle sfumature ironiche e pungenti: “La divulgazione della teoria del restringimento -continua l’autore- è il pretesto per poter parlare in musica di argomenti difficili, di situazioni e stati di coscienza di cui si occupano prevalentemente altre discipline come la letteratura, la filosofia o la psicologia. L’intento è quello di offrire al pubblico un’estrema sintesi in modo da poter esporre nel tempo di un concerto, concetti complessi in maniera quanto più ironica e canzonatoria possibile. Il restringimento fare i conti con la crisi che c’è dietro ogni atto creativo, partendo da domande fondamentali che nessuno sembra più farsi. Quando si scopre il bello lo spirito rinasce e si attivano nuove sinapsi, nuovi modi di vedere le cose che rendono sicuramente il nostro vivere più sopportabile. Insomma il mio, più che un tentativo di spiegazione, è la voglia di parlare di argomenti che sono tabù e che invece andrebbero approfonditi”.

 

Dopo la pubblicazione autoprodotta del suo album d’esordio, “Poste e telegrafi”, numerosi sono stati i brani di successo de “Il Ristretto”: da “Senza Cerbello”, suo pezzo forte inserito dalla World Music Magazine nella compilation "Tribù Italiche Basilicata", a  “Sanghe re brigante” un omaggio alla sua Lucania e alla scarsa coscienza storica collettiva che, secondo "Il Ristretto" ancora persiste.

FaceBook  Twitter  
Valutazione attuale:  / 0
ScarsoOttimo 

Questo sito utilizza cookies, anche di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy. Per saperne di più sui cookie che utilizziamo e come eliminarli, vedere la nostra policy sulla privacy.

Accetto i cookies di questo sito.

EU Cookie Directive Module Information