Contenuto Principale
Ricerca / Colonna destra

Iscriviti alla Nostra Newsletter

Nome:
Email:
Ripeti: battipagliaonline

“MISR”: LA PRIMAVERA ARABA E LA RIVOLUZIONE EGIZIANA

Le proteste contro l’allora presidente Hosni Mubarak, le divisioni fra sostenitori e oppositori dei Fratelli Musulmani. La gioventù di Piazza Tahir, una testimonianza della cosiddetta “Primavera Araba” è racchiusa negli scatti dell’egiziano Enea Medas, 30 anni, oggi residente a Battipaglia dove lavora come mediatore culturale. Venerdì 20 maggio alle ore 19, per il ciclo Into the Art, al Caffè 21 Marzo, ci sarà il vernissage della mostra fotografica “Misr: La primavera araba e la rivoluzione egiziana” testimonianza diretta di quanto accaduto al Cairo dal 2011.

 “Misr” in arabo significa Egitto, gli scatti sono stati fatti nel periodo delle contestazioni, tra il luglio 2011 e il settembre 2013 tra Alessandria d'Egitto e Il Cairo. “Ciò che racconto -sottolinea Enea Medas- è la vita del Paese dopo la rivoluzione. La povertà, la ricchezza, gli usi, i costumi, la società, la storia. Nonostante la rivoluzione, la vita continua a suo modo, regolare ma con un elemento in più: la consapevolezza dei propri mezzi. Dopo la dittatura, il popolo si è sentito più vivo mantenendo intatta la sua bellezza e ha avuto il coraggio di correggere i propri errori, a costo di rimetterci, con la speranza di un futuro migliore. Il motivo più profondo che mi ha spinto a realizzare questo reportage, è l'amore che provo per la mia seconda patria e far conoscere al mondo una cultura e una storia che non tutti conoscono”.

 La rivoluzione egiziana del 2011 fu un vasto movimento di protesta che vide il succedersi di episodi di disobbedienza civile, atti di contestazione e insurrezioni. Il moto di protesta popolare egiziano, imperniato sul desiderio di rinnovamento politico e sociale contro il trentennale regime del Presidente Hosni Mubarak, si è inizialmente manifestato con mezzi pacifici, ispirati alle proteste organizzate in Tunisia e in altri paesi arabi, ma ha poi conosciuto sviluppi violenti, sfociando in aspri scontri che hanno provocato numerose vittime tra manifestanti, poliziotti e militari.

 Medas racconta attraverso volti e scene del vissuto quotidiano la storia di quel periodo, la cultura e la vita sociale egiziana. Appassionato della fotografia di denuncia: “Quella fotografia che mette in risalto i disagi di una società complessa e troppo spesso ingiusta -afferma- attraverso le immagini cerco di ritrarre non solo quello che mi circonda, ma anche le esperienze interiori che accomunano tutti gli esseri umani, stati d’animo e riflessioni che non emergono nell’uomo finchè non gli vengono mostrati e resi visibilmente concreti grazie alle foto”.

 Enea Medas nasce in Egitto, a Città de Il Cairo, nel 1980. All’età di 3 anni si trasferisce con la famiglia in Sardegna, paese d’origine del padre, ma ritornerà spesso in Egitto. Diviso tra due culture e stili di vita diversi, ne risentirà a lungo nel suo percorso adolescenziale. All’età di dieci anni perde l’uso di un occhio e di un orecchio, i problemi alla vista e all’udito lo segneranno profondamente. 

Si diploma al Liceo Artistico di Cagliari,  in seguito tornerà a vivere ad Alessandria d’Egitto per poi ritornare in Italia dal 2006 al 2009. Nel 2010 viaggia tra Vienna, Londra e l’Italia. Negli anni scopre di avere una grande passione per la fotografia, inizia così a studiare da autodidatta. Nel 2015 si trasferisce a Battipaglia, dove vive tutt’ora, lavorando nel sociale come mediatore culturale; Medas è stato inoltre parte attiva nel corso degli sbarchi di cittadini extracomunitari al porto di Salerno.

FaceBook  Twitter  
Valutazione attuale:  / 0
ScarsoOttimo 

Questo sito utilizza cookies, anche di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy. Per saperne di più sui cookie che utilizziamo e come eliminarli, vedere la nostra policy sulla privacy.

Accetto i cookies di questo sito.

EU Cookie Directive Module Information