Contenuto Principale
Ricerca / Colonna destra

Iscriviti alla Nostra Newsletter

Nome:
Email:
Ripeti: battipagliaonline

UNISA : START CUP 2015

Si è chiusa la 7a edizione del premio Start Cup Campania organizzato dagli Atenei della Campania. La competizione ha visto la partecipazione di 66 gruppi che hanno presentato le idee più originali ed innovative con l’obiettivo di avviare iniziative imprenditoriali ad alto contenuto scientifico e tecnologico.

11 gruppi sono stati selezionati per la finale tenutasi il 28 ottobre 2015 presso l’Università “L’Orientale” di Napoli, e, tra questi, 5 gruppi afferenti all’Università di Salerno.

Il primo premio è stato vinto dal progetto SmartVase proposto da ricercatori e docenti afferenti al Dipartimento di Ingegneria Industriale e al Dipartimento di Farmacia dell’Università di Salerno. Il gruppo, composto da Stefano Piotto, Simona Concilio, Roberto Pantani, Felice De Santis, Lucia Sessa, Valentina Volpe, si propone di realizzare un vaso in materiale polimerico biodegradabile ricoperto interamente da un sottile strato di protezione in materiale ecocompatibile che schermi il vaso dagli agenti atmosferici prima dell’interramento. L’originalità è nell’idea di far degradare senza impatto ambientale i vasi una volta interrati.

Un altro gruppo di docenti e ricercatori del Dipartimento di Medicina e del Dipartimento di Ingegneria Industriale dell’Università di Salerno ha vinto il terzo premio con l’iniziativa PDmir Family. Annamaria Vallelunga, Marco Ragusa, Paolo Barone, Maria Teresa Pellecchia, Enza Maria Valente, Valentina Di Pasquale e Chiara Franciosi hanno presentato una metodica innovativa finalizzata alla diagnosi della malattia di Parkinson.

SmartVase e PDmir Family concorreranno al Premio Nazionale Innovazione a cui parteciperanno i vincitori delle altre Start Cup organizzate nelle altre regioni italiane.

L’importante risultato conferma la vivacità dell’Ateneo salernitano sui temi dell'innovazione, del trasferimento della conoscenza ed il fermento che esiste tra il corpo docente, gli studiosi più giovani e gli studenti.

 

 

 

FaceBook  Twitter  
Valutazione attuale:  / 0
ScarsoOttimo 

Questo sito utilizza cookies, anche di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy. Per saperne di più sui cookie che utilizziamo e come eliminarli, vedere la nostra policy sulla privacy.

Accetto i cookies di questo sito.

EU Cookie Directive Module Information